+39 (0)444 569544

News

BREXIT โ€“ INTRODUZIONE CONTROLLI ALLE FRONTIERE - CODICE EORI
18dic

BREXIT โ€“ INTRODUZIONE CONTROLLI ALLE FRONTIERE - CODICE EORI

news \ Doganale

Sta per terminare il periodo di transizione per l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, che comporterà a breve la reintroduzione dei controlli alle frontiere sulla circolazione delle merci.
 
Le merci che lasceranno il territorio unionale destinate in UK saranno sottoposte a partire dal 2021 alle formalità doganali in esportazione, come avviene verso qualsiasi altro Paese Terzo. Si raccomanda agli operatori unionali che intrattengono relazioni con il Regno Unito, di verificare il possesso di un codice EORI valido al fine di poter operare fin da subito presso gli uffici doganali.
 
In vista di tale criticità, si rimanda alla lettura di una nostra recente news dedicata alle aziende italiane che intrattengono relazioni commerciali con il Regno Unito:
 
 
Per la verifica della validità del Codice EORI si rimanda al seguente link: 
 
 
Riguardo la Brexit:
 
il Regno Unito intende introdurre gradualmente i controlli alle frontiere, in modo tale da concedere un ulteriore periodo di adeguamento ai propri operatori nazionali. Il ripristino dei controlli da parte del Regno Unito avverrà nei prossimi mesi in 3 fasi, fino al 1° luglio 2021.
 
Nella prima fase che inizierà a gennaio, i beni in arrivo dall’Unione Europea classificati come “non controlled” avranno tempo 6 mesi per essere dichiarati in importazione in UK, sgravando gli operatori dall’obbligo di presentare fin da subito una dichiarazione doganale d’importazione (da completare entro 6 mesi). Diversamente, l’obbligo è immediato per le merci classificate come “controlled”, elencate nell’Allegato C – List Of Controlled Goods reperibile al seguente link:
 
 
Dal mese di aprile verranno applicati nuovi adempimenti a determinate tipologie di merci, fino a giungere al 1° luglio 2021 con l’obbligo generale per tutte le merci introdotte di effettuare una dichiarazione doganale completa all'atto dell'importazione nel Regno Unito.
 
Per qualsiasi necessità e assistenza al fine di facilitare gli scambi commerciali con il Regno Unito, lo staff di ARTEMA resta a disposizione delle imprese interessate.
 

Condividi l'articolo